Asar Basket Romans

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Romans d'Isonzo

E-mail Stampa


alt
  ROMANS D'ISONZO
  (Provincia di Gorizia)

 

DOVE SIAMO...

Visualizzazione ingrandita della mappa

Comune in Provincia di Gorizia (Go), si trova nella Regione Autonoma a StatutoSpeciale del Friuli Venezia Giulia, nel nord-est della Repubblica Italiana.

Dista 34 chilometri dal capoluogo provinciale e circa 30 km dalle località turistiche di Aquileia (Ud) e Grado (Go).

Ha due frazioni: Versa e Fratta, entrambe a nord del capoluogo comunale.

Il territorio è bagnato da tre corsi d'acqua: dai torrenti Versa, Judrio e Torre, che nell'ordine, confluiscono l'uno nell'altro proprio a Romans.

Confina a Nord con il comune di Medea, a Est con i comuni di Mariano del Friuli (GO) e Gradisca d'Isonzo (Go), a Sud con il comune di Villesse (Go) e a Ovest con i comuni di Tapogliano (UD) e San Vito al Torre (UD).

 

COME ARRIVARE...

In AUTOSTRADA: A4 Torino-Trieste, uscita Villesse al progressivo chilometrico 105 (Autovie Venete) e prima uscita dopo 1 Km dal casello sull raccordo Villesse-Gorizia seguire le indicazioni Romans.

In TRENO: stazione ferroviaria di Sagrado (Go), linea Trieste-Monfalcone-(Sagrado)-Gorizia-Udine. Quindi statale per Palmanova.

In AEREO: Aeroporto del Friuli Venezia Giulia di Ronchi dei Legionari (Go). Collegamenti in autostrada (A4 da Redipuglia, in direzione Venezia, fino all'uscita successiva di Villesse) oppure lungo la statale da Ronchi a Gradisca (in direzione Gorizia, e quindi verso Romans, in direzione Palmanova.


STORIA

altLe prove documentali ci vengono in aiuto fino al XII sec. d.c. Per i molti secoli anteriori, dunque, le uniche testimonianze ci giungono dalla toponomastica e dall'archeologia. La presenza di un primo insediamento tipico dell'epoca protostorica è quindi desunta dalla località denominata "Chiastilirs", che ipotizza l'esistenza di un castelliere (insediamento fortificato). Altri toponimi risalgono all'epoca romana, (I-IV sec.) con l'individuazione di due distinte località, "Fornace" e "Pradigoi", consistenti probabilmente in insediamenti di tipo rurale. Sotto la dominazione romana il territorio dell'odierno paese era attraversato da un importante strada che collegava la penisola italica con i territori più esterni. Con il declino dell'impero in Europa, orde di barbari si dirigono verso l'Italia e anche la nostra zona è attraversata da diverse ondate la più consistente delle quali è quella dei Longobardi. Ne dà testimonianza il ritrovamento di un'importante necropoli di età alto-medioevale in zona S.Giorgio.

Le prove documentali (XII secolo in poi) confermano l'esistenza di diverse ville rurali, in altrettante località ("Latina","Pradigoi","Raccogliano" e addirittura una "villa que dicitur Romans") che con il tempo vengono a costituire quello che è il nucleo originario del paese. L'attestazione dell'esistenza attorno alla chiesa di una "Zenta" (1300), tipico dell'era medioevale, avvalla ancor di più l'ipotesi dell'accentramento. Originariamente sotto la pieve di Versa (grado intermedio tra la chiesa vescovile e quelle rurali), Romans diviene successivamente pieve a causa dell'insalubrità del luogo dell'odierna frazione, come è documentato da un manoscritto del 1644. In questi anni continue esondazioni dei fiumi colpiscono il territorio di Romans, e come se non bastasse viene anche colpito dal flagello della peste e da ben tre incursioni turche (dal 1472 al 1499).

alt

Le notizie si fanno nuovamente frammentarie a causa della perdita dei documenti contenuti nell'archivio parrocchiale, andato irrimediabilmente distrutto in un incendio nel 1917. Vengono in aiuto le notizie contenute presso le curie arcivescovili relative alle visite pastorali, che ci illustrano Romans come un "caratteristico centro rurale con un territorio ampio comprendente altre località".

Con questa fisionomia il paese si affaccia ai fatti dell'epoca moderna. Nel 1615 Romans viene coinvolta nella cosidetta guerra di Gradisca tra la repubblica di Venezia e l'Austria, come base logistica dei primi. Passata sotto l'Austria e nel '700 subisce anche l'occupazione dell'esercito napoleonico che si stabilì in tutto l'isontino fino al 1813, anno in cui torna sotto l'impero asburgico. Nel 1834 viene istituita la fiera di Santa Elisabetta, che ancora oggi è la principale festa del paese con il tradizionale mercato del 19 novembre. Sempre sotto l'Austria segue le altalenanti vicende delle guerre d'indipendenza tra l'esercito astroungarico e quello sabaudo (nel 1866 si scontrarono anche a Versa), fino al 1915, anno in cui tutte le nostre terre divengono il fronte del primo conflitto mondiale.

Divenuta definitivamente italiana, Romans passa indenne attraverso gli avvenimenti della seconda guerra mondiale. Dagli anni 70 in poi il paese inizia una continua espansione, per giungere ai giorni nostri, sviluppando, accanto alla tradizione agricola, una prosperosa attività industriale.


DA VEDERE

A Romans:
CHIESA SANTA MARIA ANNUNZIATA - p.za Candussi
PALAZZO PASIANI CANDUSSI - p.za Garibaldi
VILLA DEL TORRE - via Latina
FARMACIA DEL TORRE - via Del Torre
PALAZZO LANG - via Latina
CASA BOLZAN - via Raccogliano
I PORTALI - via Latina
LA VECCHIA FORNACE
SPAZIO ESPOSITIVO sulla NECROPOLI LONGOBARDA - Municipio
I FEUDI - via Nazario Sauro
L'AREA NATURALISTICA TORRE-JUDRIO

A Versa:
LA CHIESA DI SANT'ANDREA
LA CHIESA DELLA BEATA VERGINE LAURETANA e i suoi stucchi

A Fratta:
LA CHIESA DI SANTO STEFANO e i suoi affreschi

Nelle vicinanze:
MEDEA e il suo COLLE: ARA PACIS MUNDI- CHIESETTA DI SANT'ANTONIO AL COLLE - PARCO COMUNALE DEL COLLE DI MEDEA
GRADISCA D'ISONZO
CORMONS
REDIPUGLIA (Sacrario della Grande Guerra)
LA ZONA DEL COLLIO: nota per la sua produzione vitivinicola
IL CARSO (percorsi naturaistici e della Grande Guerra)
L'ISONZO

SCHEDA:

Comune:
Romans d'Isonzo

Povincia: Gorizia (Go)

Regione:
Friuli-venezia Giulia

Stato: Italia

Capoluogo:
Romans d'Isonzo

Frazioni: 2, Versa e Fratta

Cap: 34076

Prefisso telefonico:
+39 0481 966911

Altezza: 22 m sul livello del mare

Coordinate geografiche:
- latitudine 45° 53' 01,12'' Nord 
- longitudine 13° 26' 48,45'' Est

Sup. totale: 15,37 Kmq

Abitanti: 3680

Nome abitanti: romanesi

Lingue: italiano-friulano

NUMERI UTILI:

MUNICIPIO, via della Centa 0481.966911

BIBLIOTECA COMUNALE, via Roma 6 0481.90555

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO
direzione (sc. media Mariano del F.)
0481.69196

SCUOLA MEDIA, via XXV Maggio 0481.90015

SCUOLA ELEMENTARE, via delle Scuole 0481.909103

SCUOLA MATERNA, via delle Scuole 0481.90280

UFFICIO POSTALE, via Latina 69 0481.90003

FARMACIA, via Latina 77 0481.90026

PARROCCHIA S.M. Annunziata, pz Candussi
0481.90036

STAZIONE CARABINIERI via Decima
0481.909433

PROTEZIONE CIVILE, via della Sedima
0481.90016

PALESTRA COMUNALE, via Atleti Azz. d'It.
0481.909163

 

Galleria fotografica

 

mb-logo

asarbasket.com consiglia per
seguire commenti, risultati e
classifiche del basket in regione il sito: www.megabasket.it

Area riservata